Amici del Nidiaci in Oltrarno

In difesa del Bartlett-Nidiaci-Palazzo Santarelli storico spazio dei bambini di San Frediano in Firenze

A volte i cittadini possono vincere!

Tutti conosciamo la piccola piazzetta accanto alla Chiesa del Carmine, dove giocano i bambini dell scuola dell’infanzia Fioretta Mazzei.

Nel 2007, lo stesso Salvatore Leggiero che ha tolto il Nidiaci ai bambini trasformò una chiesa sconsacrata in quella piazzetta in un locale, che poi ha venduto a Roberto Cavalli. Che voleva farne un gemello del suo Cavalli Club di Dubai.

Nel 2009, il Club Cavalli costruì un vistoso dehors di metallo che toglieva la piazzetta ai bambini.

Le proteste delle famiglie portarono il Comune a non rinnovare i permessi.

Poi la polizia addirittura chiuse il Club Cavalli, ma è un’altra storia.

Adesso, cambiata la proprietà, lo stesso locale, che si chiama ora “Il Pescatore”, ha privatizzato di nuovo la piazzetta.

Ma anche questa volta hanno incontrato dei cittadini che hanno saputo dire di no. Che non si sono accontentati del fatto che “ci sono i permessi”, ma sono andati a vedere se i permessi fossero a loro volta in regola.

E così stamattina i proprietari hanno dovuto smantellare pedane e tavoli e restituire ai bambini ciò che è dei bambini.

Una piccola lezioni di educazione civica per tutti, anche per chi si lamenta ma dice che non si può fare nulla!

Le foto – prima e dopo:

piazzetta-del-carmine-1prima-smallpiazzetta-del-carmine-15-06-29-small

1 Comment

Add a Comment
  1. Da quando faccio questo mestiere non mi era mai capitato di passare per “mangia bambini”, anzi, ho tre figli, ho sempre contribuito a fare iniziative per loro, e devo ammettere che quest’accusa mi ha turbato. Abbiamo sempre pulito la piazzetta antistante al ristorante da siringhe, bottiglie rotte, carte di merendine e scarti di cibo, sia nell’area in concessione sia nel resto.Oggi lo scenario in piazza del Carmine si è modificato grazie alla quasi totale pedonalizzazione della piazza. Gli spazi che utilizziamo sono 40mq. L’area regolarmente concessa è 48 mq al costo di 12.000 euro per 6 mesi. Per quasi tutto il periodo scolastico l’abbiamo ridotta a 18mq. Alla fine di ogni servizio, abbiamo sempre bonificato la piazzetta da qualsiasi cosa potesse costituire un pericolo per i bambini. Ci siamo sforzati di concentrare – nel solo periodo estivo – l’utilizzo dell’area esterna e, quando cè stato chiesto lo spazio, lo abbiamo ceduto volentieri, così come abbiamo sempre messo a disposizione i nostri servizi. Per lavorare su un selciato accidentato, che voi conoscete bene, sono stati ricavati 12 comodi posti a sedere invece che 40, optando per strutture facilmente smontabili, così come avete puntualmente notato. Il nostro obiettivo non è quello di essere invasivi o rubare lo spazio ai bambini, ma vi prego di considerare che la nostra azienda dà lavoro a 14 persone e, di questi tempi, è dura: un piccolo spazio all’aperto contribuisce anche al mantenimento di questi posti di lavoro. Se questo è un problema, siamo pronti a discuterlo. Come ristorante avremmo l’ambizione primaria di diventare un punto di riferimento dell’alta gastronomia italiana, (molti residenti della zona hanno già avuto modo di apprezzare il nostro lavoro) e ci piacerebbe realizzarla in Oltrarno anche per portare il nostro contributo al rilancio di questa parte della città, bellissima, ma per tanto tempo rimasta oscura, se non pericolosa. Certo, se il nostro lavoro qui dovesse essere ingombrante o troppo arduo da realizzare, siamo senz’altro pronti a fare qualcos’altro. Avremmo pertanto piacere di incontrarvi, per far sì che, nel rispetto dei propri ruoli, non vi siano fraintendimenti o incomprensioni ma piuttosto momenti di collaborazione.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Associazione Amici del Nidiaci in Oltrarno Onlus - email giardinonidiaci@gmail.com - tel. 349-1575238
C.F. 94 226 290 487 IBAN IT-58-N-06230-02811-000056733234
Frontier Theme
Skip to toolbar