Amici del Nidiaci in Oltrarno

In difesa del Bartlett-Nidiaci-Palazzo Santarelli storico spazio dei bambini di San Frediano in Firenze

Documento approvato all’Assemblea dell’Associazione

Il 22 febbraio, l’Assemblea dei soci dell’Associazione Amici del Nidiaci in Oltrarno Onlus, ha approvato a scrutinio segreto, con 54 voti favorevoli e nessuno contrario, il seguente documento:

 

L’Assemblea dell’Associazione Amici del Nidiaci in Oltrarno Onlus, riunitasi a Firenze in Via d’Ardiglione in data 22 febbraio, 2015,

visto l’impegno preso dall’allora Sindaco Reggente Dario Nardella in data 13 maggio 2014, di accantonare le somme occorrenti per l’esproprio dell’area Nidiaci, accompagnato dalla promessa, ”se si presenta un braccio di ferro, noi un braccio di ferro lo facciamo fino in fondo

– vista la partecipazione senza precedenti della popolazione del Quartiere e dei propri associati alla manifestazione del 10 gennaio chiaramente incentrata sul rigetto della proposta avanzata dall’Amore e Psiche Holding di Salvatore Leggiero

– visto il parere concorde delle altre realtà attive nell’Oltrarno

– vista la lettera aperta al Sindaco del 9 gennaio 2015 con cui centinaia di cittadini chiedono che:

1) non venga accettata la proposta del privato e dunque non sia sottoscritto l’atto d’obbligo che prevede la costruzione di un edificio per ospitare una nuova ludoteca

2) vengano riconfermati gli attuali vincoli di destinazione pubblica dei locali di Via della Chiesa 48 e 50

3) di riaprire la trattativa col privato ritenendo che la soglia minima accettabile possa essere solo quella della restituzione dei locali della ex-Ludoteca al pian terreno di palazzo Santarelli

visto il parere espresso dal Direttivo dell’Associazione in data 19 gennaio 2015,

esprime la seguente posizione:

– Ravvisa nell’ipotesi di costruzione di una palazzina nell’angolo più bello di uno dei pochi spazi verdi storici del quartiere, in contrasto con i principi del “volume zero” e di tutela del Centro Storico, con concomitante chiusura della Ludoteca di Via Maffia, una perdita e non un guadagno per la collettività

Si chiede quindi che il Comune non sottoscriva l’atto d’obbligo che prevede tale costruzione, ma vengano riconfermati gli attuali vincoli di destinazione pubblica dei locali di Via della Chiesa 48 e 50 e del giardino

Vista l’importanza della questione, l’unica persona autorizzata a parlare a nome dell’Associazione su questo tema sarà il portavoce scelto dal Direttivo.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Associazione Amici del Nidiaci in Oltrarno Onlus - email giardinonidiaci@gmail.com - tel. 349-1575238
C.F. 94 226 290 487 IBAN IT-58-N-06230-02811-000056733234
Frontier Theme
Skip to toolbar