Amici del Nidiaci in Oltrarno

In difesa del Bartlett-Nidiaci-Palazzo Santarelli storico spazio dei bambini di San Frediano in Firenze

Momento decisivo per il futuro del “Nidiaci”

Ieri la Giunta comunale (sindaco, ecc.) ha risposto (si veda il documento allegato) alle “osservazioni” di Salvatore Leggiero e Catia Messeri, accettando la “proposta Leggiero” a prescindere da tutto ciò che hanno detto o proposto gli abitanti dell’Oltrarno.

La Giunta infatti toglie, dopo 95 anni, la destinazione pubblica all’area e accetta “quanto previsto dall’atto d’obbligo”, cioè la proposta di Leggiero di pagare se stesso per costruire un nuovo edificio nello spicchio in fondo al giardino, da dedicare a Ludoteca.

C’è comunque un ulteriore passaggio: la destinazione pubblica, al momento della votazione in Consiglio Comunale, potrebbe essere reintrodotta con un emendamento.

La votazione in Consiglio Comunale potrebbe avere luogo qualunque lunedì, anche se si pensa che avverrà agli inizi di marzo.

Tre commenti (a titolo personale, in attesa della posizione definitiva che l’Assemblea dell’Associazione dovrà prendere il 22 febbraio)

1) qualcuno ha sostenuto che se l’Associazione si fosse opposta alla proposta Leggiero, il Comune per vendetta avrebbe lasciato semplicemente cadere 2015-02-10controdeduzioni-comunei vincoli, senza fare altro. Questa affermazione, come era abbastanza ovvio, si è dimostrata sbagliata: la Giunta accetta appunto la proposta Leggiero. Su cui i pareri possono essere diversi, ma non esiste alcun motivo per cui l’Associazione dovrebbe sostenerla: ci pensa l’Amministrazione da sola a farlo.

2) Nelle Osservazioni, Leggiero e Messeri fanno un’interessante richiesta al Comune, e cioè

“di prendere atto che i locali posti ai numeri civici 46 e 48 in Via della Chiesa non sono mai stati ad uso pubblico”.

Questa affermazione è semplicemente falsa, come sa chiunque abbia frequentato la Ludoteca posta appunto al 48 in Via della Chiesa. E infatti i numeri civici furono tolti dalla proprietà, poi è stato rimesso un solo numero civico al posto sbagliato, cioè un “44” al posto del “48”.

Ciò dimostra che la proprietà ha una gran paura di un’azione legale che rivendichi quei locali in base al loro 95 anni di uso pubblico: per questo, cerca di ottenere dal Comune una dichiarazione falsa a proprio sostegno (cosa che la Giunta non fa, infatti nella “controdeduzione”, si rifiuta di entrare in merito, dicendo che non spetta al Regolamento Urbanistico).

3) Nessun mortale ordinario ha ancora potuto vedere l’esatto testo della “proposta Leggiero”, di cui ci hanno finora solo parlato.

Updated: 11 February 2015 — 13:54

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Associazione Amici del Nidiaci in Oltrarno Onlus - email giardinonidiaci@gmail.com - tel. 349-1575238
C.F. 94 226 290 487 IBAN IT-58-N-06230-02811-000056733234
Frontier Theme
Skip to toolbar