Amici del Nidiaci in Oltrarno

In difesa del Bartlett-Nidiaci-Palazzo Santarelli storico spazio dei bambini di San Frediano in Firenze

Premio europeo al Nidiaci

Oggi a Bruxelles, nella palazzo delle regioni europee, la Iclei, la rete globale di 1500 amministrazioni locali per la sostenibilità. ha assegnato il “Transformative Action Award“, più precisamente un premio a un’istituzione e una “menzione speciale” a un’organizzazione civica.

Il Premio è andato alla città di Gand (Ghent) in Belgio e la Menzione Speciale all’Associazione Amici del Nidiaci in Oltrarno di Firenze.

Ne parla oggi l’Ansa:

Migranti: a genitori Firenze riconoscimento europeo per attivismo civico

Menzione speciale per associazione che gestisce il giardino Nidiaci

Migranti: a genitori Firenze riconoscimento europeo per attivismo civico

BRUXELLES – L’associazione fiorentina ‘Amici del Nidiaci in Oltrarno’ ha ricevuto la menzione speciale del premio europeo ‘Transformative action’ (azione che porta a una trasformazione), assegnato da Iclei, la rete globale che riunisce governi locali e regionali impegnati per la sostenibilità. “Il progetto fiorentino affronta la questione dell’integrazione degli immigrati in maniera esemplare, ci piacerebbe fosse seguita anche da altre realtà in Europa”, ha dichiarato Wolfgang Teubner, direttore di Iclei Europa, durante la cerimonia di premiazione che si è svolta al Comitato europeo delle Regioni.

‘Amici del Nidiaci’ nasce nel 2013, quando un gruppo di famiglie dell’Oltrarno si organizza “per gestire lo spazio alle spalle della chiesa di Santa Maria del Carmine, dove nasce il Rinascimento”, spiega all’ANSA Miguel Martinez, responsabile dell’associazione. Nel 2012, infatti, era stato chiuso ‘il Nidiaci’, ludoteca e giardino frequentato dai bambini del quartiere. “Uno spazio unico nel contesto fiorentino, che ora è gestito dai residenti ed è anche una grande opportunità d’integrazione – continua Martinez -. Mettendo insieme circa 200 famiglie di autoctoni e di immigrati cerchiamo di fare educazione, gestiamo diverse attività come una scuola calcio gratuita e un’orchestra, e facciamo anche un monitoraggio ambientale dell’area“. A frequentare gli spazi del Nidiaci sono circa 200 bambini, “figli di famiglie fiorentine, miste o straniere, che vengono dal Senegal o dalla Moldavia, ma anche dalla Germania e dagli Stati Uniti – sottolinea Martinez – ai quali vogliamo far conoscere il quartiere e la sua storia, in modo che la facciano propria. Quando l’integrazione nasce dall’alto spesso non funziona, ma se arriva spontaneamente dai genitori, allora può avere un effetto reale“. “In futuro vorremmo estendere il progetto a tutto il quartiere, sperando che il nostro modello sia seguito anche in altre città”, conclude Martinez.

Il primo premio ‘Transformative action’ è andato alla città di Ghent (Belgio), che battuto le altre finaliste Tirana e Bologna.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Associazione Amici del Nidiaci in Oltrarno Onlus - email giardinonidiaci@gmail.com - tel. 349-1575238
C.F. 94 226 290 487 IBAN IT-58-N-06230-02811-000056733234
Frontier Theme