Amici del Nidiaci in Oltrarno

In difesa del Bartlett-Nidiaci-Palazzo Santarelli storico spazio dei bambini di San Frediano in Firenze

Seicento anni fa come oggi

Avete notato qualcosa di nuovo sul cancello del Nidiaci?

E’ la copia di un affresco della Cappella Brancacci (a due passi dal giardino) e si chiama Distribuzione delle elemosine e morte di Anania.

A suggerircelo, è stato Nicholas Eckstein, studioso australiano che ha dedicato la vita a sbucaltare gli archivi del “gonfalone del Drago Verde”, all’incirca l’area della parrocchia di San Frediano.

Da storico sociale, ha colto ciò che era sfuggito agli storici dell’arte: il dipinto raffigura le case del nostro rione dove i fornai di San Frediano, associati nella Confraternita di Sant’Agnese della chiesa del Carmine e guidati dal loro capitano, distribuivano il pane – segnato con lo stampo della Compagnia – a chi nel rione ne aveva bisogno: ecco la figura della madre con il bambino.

Ai piedi di San Pietro, il corpo supino è quello di Anania, che quando i primi cristiani decisero di mettere in comune i propri beni, volle tenere per sé i propri soldi.

Prescindendo dal simbolismo religioso (al giardino vengono cattolici,musulmani, sikh, laici, evangelici ed ebrei), vogliamo ricordare questo straordinario quadro della nostra stessa Comunità che si organizzava da sé e affrontava i propri bisogni in solidarietà.

Seicento anni fa come oggi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Associazione Amici del Nidiaci in Oltrarno Onlus - email giardinonidiaci@gmail.com - tel. 349-1575238
C.F. 94 226 290 487 IBAN IT-58-N-06230-02811-000056733234
Frontier Theme

Social Widgets powered by AB-WebLog.com.